Nel nostro ultimo post abbiamo spiegato [[perché abbiamo bisogno di donazioni]]. Oggi vi diremo di più su come usiamo queste donazioni.

Nel 2015 abbiamo speso circa 184 000€, distribuiti come segue:

[[!img expenses.png link="no" class="top-margin center" alt=Nuove versioni e fondazioni: 25%, Nuove funzionalità: 23%, Help desk: 16%, Infrastrutture: 13%, Amministrazione: 12%, Riunioni: 10%"]]

  • Anche senza aggiungere nulla di nuovo in Tails, la pubblicazione delle nostre nuove versioni ogni 6 settimane è un sacco di lavoro che implica la risoluzione dei problemi riscontrati nelle versioni precedenti, la documentazione delle modifiche, la migrazione a versioni più recenti di Debian, GNOME e Tor Browser, e fare in modo che le fondazioni di Tails rimangano rilevanti. Poiché il rilascio di nuove versioni d'emergenza è imprevedibile, è difficile finanziarle attraverso sovvenzioni e di solito ci affidiamo invece alle donazioni.

  • Lo sviluppo di nuove funzionalità non è la quota più grande del nostro budget. Sono quasi esclusivamente coperte da sovvenzioni o sviluppate da volontari. Dal 2015 le nuove funzionalità che non sono state finanziate da sovvenzioni includono:

    • Integrare il client di Bitcoin Electrum.
    • Sostituire Vidalia con Onion Circuits.
    • Continuare a lavorare a una nuova versione di Tails Greeter.
    • Condurre un Google Summer of Code su Tails Server per consentire l'esecuzione dei servizi onion da Tails (siti web, strumenti di collaborazione, ecc,).
    • Aggiungere una modalità offline che disabilita tutte le reti.
    • Aggiungere supporto per i Tor bridges obfs4
    • Scrivere numerose aggiunte al nostro sito web e alla documentazione.
  • Ogni mese il nostro help desk aiuta centinaia di utenti Tails. Ogni richiesta ci costa in media 6 euro per l'elaborazione. Nel 2016 il nostro help desk è stato interamente pagato grazie alle donazioni.

  • Organizzare le nostre riunioni e partecipare a conferenze nel nostro campo è essenziale per mantenere la nostra comunità viva e pertinente. Ma poiché di solito è difficile essere finanziati con sovvenzioni, le donazioni ci aiutano molto. Dal 2015 abbiamo partecipato a più di 15 conferenze internazionali sul software libero (DebConf), sulle libertà di Internet (IFF), sull'hacking (32C3), sui diritti umani (RightsCon) e sul giornalismo (Logan CIJ). E abbiamo organizzato più di 10 incontri interni di persona e sprint di sviluppo.

  • Nel 2015, abbiamo lavorato molto alla nostra infrastruttura , ad esempio per scrivere un gruppo di test automatizzati e verificare continuamente il buon funzionamento delle nostre immagini ISO, per automatizzare la compilazione di immagini ISO di sviluppo per i test, ecc. Questo lavoro è invisibile all'utente ma, ad esempio, rende molto più veloce la pubblicazione di versioni d'emergenza quando si scoprono bug gravi.

  • Mantenere Tails efficiente comporta anche fare un bel po' di amministrazione per raccogliere fondi, fare contabilità, organizzare il lavoro, scrivere rapporti, ecc.

  • Dal 2015 abbiamo aggiunto traduzioni in farsi e in italiano al nostro sito web e abbiamo lavorato al prototipo di una piattaforma di traduzione web per consentire a più traduttori di contribuire e a persone, le più diverse di utilizzare Tails.

Se ti piace il nostro lavoro, grazie di prenderti un minuto per tenere in vita Tails.